AKURA
NARU

SCHEDA ARTISTA

Akua Naru si unisce al duo The Ruff Pack, con base a Brooklyn (Matthias Loescher, Stephan Kondert) in “The Black Magnificent”. Una collaborazione titanica che colloca in primo piano il classico liricismo politico e poetico di Akua Naru incorniciato dalla sfrontatezza sonora di The Ruff Pack.

Ci sono sette tracce che vedono alternarsi e mescolarsi diversi stili tra di loro: dall’hip hop live, al soul, dalla trap al jazz e altri stili ancora. “The Black Magnificent” parla dell’attenzione di Akua sul potere e la resilienza, la magnificenza dell’oscurità nel bel mezzo del pericolo. Un’insistenza sulla gioia e la tenacia nonostante un mondo impegnato a fare il contrario.

Queste tracce offrono al pubblico un diario audio: una cronaca della recente maternità e nuova vita fino al lutto per l’insensata perdita di quelli uccisi ingiustamente, da una richiesta di riparazione a un bisogno di atti radicali di tenerezza, gioia e giustizia interpersonale in mondo che non ha ancora superato la pandemia. “The Black Magnificent” è più di un album o di un momento di ascolto, è un’esperienza. Questo lavoro in collaborazione con il duo di Brooklyn The Ruff Pack, è pronto per la pubblicazione nella primavera del 2022.

Come band, i The Ruff Pack sono riusciti a tessere insieme un’elevata raffinatezza musicale all’interno di profondi groove soul, lasciando il pubblico incantato su entrambe le sponde dell’Atlantico.

La loro produzione musicale è potente, hanno un repertorio di hit che lasciano gli ascoltatori affascinati e li conduce in un viaggio che stimola mente e cuore. Il prossimo album parla delle loro concezioni della musica come attivismo sonoro: un invito all’azione, un balsamo calmante durante i periodi cupi e difficili.

Con l’uscita del suo album di debutto nel 2011, “The Journey Aflame“, Akua Naru si è inserita nella scena, con una forza titanica di Liberazione politica sui beats, un vero paroliere di cui la musica, profondamente sfumata, poetica e saggia, centra le esperienze delle donne nere attraverso la rima lungo uno spettro sonoro, dal Jazz al Soul.

Ad oggi l’artista, ha pubblicato quattro album: “…the journey aflame (2011)”, “Live & Aflame Sessions (2012)”, “The Miner’s Canary (2015)” e “The Blackest Joy (2018).” Naru ha lavorato con Tony Allen, Eric Benet, Angelique Kidjo, Tuneyards, Questlove, Georgia Anne Muldrow, Christian Scott, Rah Digga, Mulatu Astake, Bernard Purdie, Cody ChesnuTT e altri. Nota per le sue performance elettrizzanti in tutti i continenti, ha suonato in più di cinquanta spettacoli con la sua band. La sua abilità artistica è una testimonianza dell’eredità della musica soul e della potente, tradizione artistica pionieristica delle donne nere che l’hanno creata.

 
 
JAZZ
SOUL