ANTHONY B

SCHEDA ARTISTA

Drappeggiato nei ricchi colori dell’abbigliamento africano, il suo marchio di fabbrica in mano e la sua capigliatura rasta regalmente avvolta intorno alla testa, Anthony B incarna la spiritualità e tutto quello che c’è di positivo nella musica Reggae. Il viaggio musicale di Anthony B ebbe inizio in chiesa, nella parte rurale della Giamaica, crescendo poi, l’artista si è ispirato alla musica di Otis Redding e dell’incomparabile Peter Tosh.

Nel 1992 Anthony B lascia la sua città natale e decide di spostarsi a Kingston in cerca di fortuna, inizia così a lavorare con Richard “Bell” Bello, della Star Trail Records etichetta di Garnet Silk e di Everton Blender , il quale si accorse subito del talento del ragazzo. La collaborazione tra i due portò alla registrazione di una lunga serie di brani, come “Fire pon Rome”, e album fondamentali per il Reggae come ”Real Revolutionary”, “Universal Struggle”, “7 Seals”, “Black Star” e “Untouchable”.

Le sue performance energiche e cariche di spiritualità lo portano ben presto a girare per il mondo e ad allargare costantemente la sua fan base, oggi dopo più di vent’anni di carriera ha collaborato con i migliori artisti del panorama musicale internazionale come: Bone Crusher, Akon, Wyclef Jean, Snoop Dogg, R. Kelly, Martina, e nel suo ultimo album con Toots.

Il musicista ha rilanciato il roots jamaicano per poi approdare al dancehall e si fa portavoce dei più umili con testi di carica morale e politica. La sua produzione musicale è continua ed intensa: nel 2015 pubblica “Sons of Jamaica”, nel 2019 “Anthony B: Roots & Culture”, nel 2020 “King In My Castle”. La sua ultima uscita è “Guns Riddim”, a fine marzo 2021 e dall’estate inizierà un suo tour in Europa con date in Polonia, Germania e Francia.

REGGAE